Il Pesa-Nervi

«Lei parla a vanvera, giovanotto!
No, penso a dei critici con la barba».

I Voyager saranno «uccisi» dalle spese di guerra

Un paragone tra le enormi spese militari annuali degli Stati Uniti e la cifra, infinitamente minore, che servirebbe stanziare per tenere ancora in vita le due missioni Voyager.

Anche il bollettino periodico de Le Scienze annuncia la fine imminente del supporto alle due sonde Voyager.

La NASA ha comunicato agli scienziati che lavorano ad alcune delle missioni spaziali più longeve - comprese le due sonde gemelle Voyager attualmente in viaggio verso i confini del sistema solare - di interrompere ogni operazione da ottobre per risparmiare denaro. La decisione, che per i portavoce della NASA non è ancora definitiva, ha fatto infuriare i ricercatori, secondo i quali sarebbe stata presa senza le solite consultazioni formali con la comunità scientifica.

(...) Le Voyager costano alla NASA circa 4,2 milioni di dollari l'anno per le operazioni e l'analisi dei dati.

Riflettete su questo dato: rimanere in contatto con le due sonde - il più lontano (e pacifico) avamposto dell'umanità nello spazio - costerebbe 4,2 milioni di dollari l'anno. Paragonate questa cifra, molto modesta per una nazione ricca come gli Stati Uniti, con la cifra stanziata dagli stessi Stati Uniti nel 2005 per le spese militari:

The administration of President George W. Bush is requesting $420.7 billion for the military in fiscal year 2005 ($401.7 billion for the Defense Department and $19.0 billion for the nuclear weapons functions of the Department of Energy). This is an increase of 7.9 percent above current levels.

420,7 miliardi di dollari per il solo 2005! Per chi non fosse bravo con i numeri, si tratta di 420.000 milioni di dollari, che sono esattamente 100.000 volte di più della cifra annuale necessaria a rimanere in contatto con i due Voyager (4,2 milioni di dollari).

Se vi sembra ancora poco, paragonate i 4,2 milioni di cui sopra con quest'altra cifra, tratta dal medesimo documento citato prima:

In all, the administration plans to spend $2.2 TRILLION on the military over the next five years - and this as the Congressional Budget Office project a federal deficit of $477 billion this year.

2,2 trilioni di dollari sono 2.200 miliardi di dollari. Al cambio attuale (1 euro = 1,3346 dollari), fanno 1.647,5 miliardi di euro. Tradotto in vecchie lire, metro più consono per renderci conto dell'enormità della cifra, abbiamo un totale di lire 3.190.004.825.000.000. In altre parole, il preventivo delle spese militari degli Stati Uniti per i prossimi cinque anni corrisponde alla cifra di tre milioni centonovantamila e passa miliardi di vecchie lire!

A fronte di una cifra spropositata, immensa, più che sufficiente - se fosse investita bene - a risolvere il problema della fame nel mondo, vengono lesinati alla NASA quei pochi milioni di dollari che servirebbero a tenere in vita una prestigiosa missione spaziale.

E' terribile rendersi conto che le sorti del pianeta sono in mano a degli stupidi. Usando questa parola non intendo negare che vi siano intelligenze, spesso sopraffine, che fanno funzionare il complesso meccanismo dell'amministrazione statunitense; intendo dire piuttosto che il progetto generale che c'è dietro, da cui dipende l'allocazione delle grandi risorse, è stupido, incredibilmente stupido, miope, oscurantista.

Articolo di Michele Diodati pubblicato il  18/3/2005 alle ore 9,13.

Indice del Pesa-Nervi | Diodati.org

Inizio pagina.